top of page

Pizzo Cassinello (3102m)


Data escursione: 01.07.2023


Partenza: Diga del Luzzone

Arrivo: Diga del Luzzone


Tipologia: Lineare

Difficoltà: Media

Lunghezza: 17 km

Tempo richiesto: 9h


Acqua lungo il percorso: 1



Bellissima ascesa in giornata al Pizzo Cassinello, un'altro dei spettacolari 3000m del Ticino. Un escursione davvero lunga e piuttosto impegnativa (ca. 1500m di dislivello positivo in 8km), ma la fatica viene ripagata ad ogni passo, i panorami sono splendidi! Le nuvole basse hanno reso il tutto più magico!


Partenza dalla Diga del Luzzone, io ho posteggiato dopo la galleria, non alla piazza di giro ovviamente ma appena sotto, se arrivate presto potete trovare posteggio anche più avanti, proprio all'imbocco del sentiero che sale verso la Val Scaradra).

Da qui il sentiero sale subito, poi prosegue con un falso piano fino in fondo alla vallata per risalire a zig zag fino al bivio che porta al Rifugio Scaradra (non custodito!). Giriamo a destra e proseguiamo direzione Passo Soreda, anche qui un falso piano porta ad una salita a zig-zag e poi alla base della scalinata per il Passo. Una "scala" fatta di sassi e legni che ricorda molto la scala segreta di Cirith Ungol (per i non fan de "Il Signore degli Anelli": la scala che Gollum propone a Frodo e Sam come alternativa all’entrata del Cancello Nero, sopra la fortezza di Minas Morgul).

Fino al Passo Soreda il sentiero è segnato bianco-rosso-bianco, anche se secondo me, questa scalinata in alcuni punti potrebbe essere già classificata come bianco-blu-bianco. Attenzione in alcuni punti il terreno è friabile. Arrivati al Passo facciamo una pausa, anche per ammirare la vista dall'altra parte della vallata (Grigioni), dove si vede anche un laghetto senza nome. Mangiato qualcosina, ripartiamo in direzione Pizzo Cassinello, sentiero bianco-blu-bianco segnalato molto bene fino alla vetta, anche con parecchi ometti di sasso. Tra lastre di pietra incredibili e ancora qualche piccolo tratto di neve arriviamo alla piatta cima di questo pizzo. La vista è a 360 gradi e la Cima d'Aquila e il Pizzo Cassimoi (gli altri due 3000 di questa zona) sembrano così vicini! Ma non ci facciamo tentare, torneremo un'altra volta ;-)

Scattate le foto di rito in vetta, per la discesa la via è quella della salita.


Escursione consigliata a chi ha buon passo, fiato e resistenza fisica, in alcuni punti chi soffre di vertigini potrebbe essere in difficoltà!






Post recenti

Mostra tutti

Kommentare


bottom of page