top of page

Due giorni in Valle Morobbia


Data escursione: 10-11.07.2021


Partenza: Carena

Arrivo: Carena


Tipologia: Circolare

Difficoltà: Facile/Media-Molto difficile


Lunghezza: 24 km

Tempo richiesto: 2 giorni


Acqua lungo il percorso: 3


Avevo tante idee per questo weekend, volevo andare in tenda, ma come al solito, la meteo era un po' dubbiosa, quindi ho preferito scegliere una capanna dover poter passare la notte in sicurezza. Anche per la capanna avevo tante idee, ma le mie principali scelte erano tutte piene, quindi mi è venuto in mente questo itinerario, che avevo fatto questo inverno (un po' diverso, leggi qui), senza raggiungere le cime, che con la neve era impossibile e mi ero ripromessa di tornarci in estate: quindi eccomi qui a raccontarvi anche questa avventura!



Giorno 1

Carena (958m) - Giggio (1677m) - Passo San Jorio (2011m) - Cima delle Cicogne (2191m) - Corno di Gesero (2227m) - Capanna Gesero (1772m)


Difficoltà:

  • Facile/Media fino al Passo San Jorio

  • Media fino alla Cima delle Cicogne

  • Molto Difficile la salita al Corno di Gesero (T4-T5)


Partenza dall'ultimo paese della Valle Morobbia: Carena, comodissimo posteggio prima di arrivare in paese. Dalla vecchia dogana Svizzera parte il sentiero su strada sterrata, direzione: Monti di Ruscada. Arrivati qui, il primo bivio. Noi siamo saliti a sinistra, direzione Giggio/S. Jorio. Da Giggio il sentiero continua a salire, anche se molto tranquillamente, sempre direzione S. Jorio. Si arriva al passo e si ha una bella vista sulla vallata italiana. Purtroppo per questioni di tempistiche non mi sono fermata al Rifugio, ma prometteva bene!

Piccola pausa comunque per mangiare e bere qualcosina e poi si riparte sul sentiero sotto la montagna, per chi soffre di vertigini ci sono alcuni punti un po' esposti, nessun passaggio difficile ma vi avviso lo stesso. Io non soffro di vertigini, quindi è sempre difficile per me valutare quanto possa essere difficoltoso il passaggio.

Dopo aver percorso questo bellissimo sentiero panoramico arriviamo ai piedi della Cima delle Cicogne (2200m). La salita è molto ripida, e ATTENZIONE il sentiero non è segnato ufficialmente! La scarpinata vale comunque la pena: la vista arrivati in cima è meravigliosa!

Scattata qualche foto, è ora di incamminarci verso il Corno di Gesero (2227m). Anche questo sentiero NON è segnalato ed è davvero complicato! Qui per chi soffre di vertigini lo sconsiglio assolutamente! Facciamo un pezzo di cresta, poi Maki mi ha fatto capire che da lì non sarebbe passato. Scendiamo allora un po' sotto la cresta, dove sull'app di SvizzeraMobile un sentiero è segnato. Continuiamo da qui ma ad un certo punto Maki non lo vedo più. Lo chiamo e non torna. Aspetto un attimo ma il mio cane è sparito. Conoscendo il mio pollo non vado subito in panico, faceva molto caldo e questo sentiero per lui evidentemente era troppo quindi ho pensato "Si sarà messo sotto una pianta e aspetterà lì. Quando scendiamo verso la Capanna lo recuperiamo." Quindi con Zelda sono salita alla cima. Mancava troppo poco per abbandonare il mio obiettivo!

Scattata anche qui qualche foto, torniamo sui nostri passi per la discesa. Provo ancora a chiamare Maki ma niente, non si vede. Scendiamo ancora un po' ed eccolo lì, all'ombra sotto un abete ad aspettarci. Conoscere così bene il mio cane mi rende proprio contenta!

Passiamo davanti alla nuova Capanna Gesero (apertura prevista in autunno 2021) e dopo una mezz'oretta arriviamo alla Capanna Gesero dove ci aspettano i gentilissimi Andrea e Giorgio per un aperò e a seguire un ottima cena.



Giorno 2

Capanna Gesero (1772m) - Sasso Guida (1712m) - Piano Dolce (1358m) - Carena (958m)


Difficoltà: facile


Dopo una bella colazione ripartiamo per tornare a Carena. Per non scendere diretti, decido di allungare un po' la strada e arrivare fino a Sasso Guida, dove ci sono i resti di un ricovero e locale di guardia in sasso risalente alla prima guerra mondiale. La discesa è tranquilla e piacevole, per la maggior parte all'ombra.



INFORMAZIONI CANI E CAPANNE

  • Capanna Gesero: i cani NON sono ammessi in capanna, possono dormire all'esterno in una cuccia coperta, oppure nella legnaia.

Post recenti

Mostra tutti

Comentarios


bottom of page